Tech Stuff in DVD.

Appena arrivato il DVD da QOOB non ho potuto resistere alla tentazione, l’ho scartato, infilato nel XBOX e ho premuto “Play All” per spararmi tutte di fila le puntate di Tech Stuff. Uno spettacolo nello spettacolo.

tech stuff

Avevo già avuto modo di parlare di “Tech Stuff” la prima serie televisiva ideata da un utente di QOOB, Tobor Experiment (il suo vero nome è Giorgio Sancristoforo) e prodotta dalla QOOB Factory, lo staff dedicato alla scoperta dei talenti in ambito audiovisivo. Tobor Experiment si è fatto notare in Rete per il suo genio creativo, grazie a un irresistibile cortometraggio in chiave comica di Star Wars ed è stato quindi contattato da QOOB per la realizzazione di una serie tematica sulla musica elettronica. La serie ha fatto la sua comparsa sulle frequenze di QOOB a fine 2006 e ad aprile 2007 è stata anche proposta in lingua inglese per il sito e la tv nella versione internazionale.

Ecco come la serie viene descritta nel comunicato stampa per il lancio del DVD.

“Tech Stuff” è una serie di mini-documentari a puntate sulle tecniche, gli artisti e gli strumenti più bizzarri che hanno fatto la storia della musica elettronica. Dieci episodi che esplorano l’invenzione del theremin e la nascita dei moderni sintetizzatori, i nastri magnetici e il vinile, la musica concreta e le drum-machine. Perché band come Chemical Brothers e Daft Punk usano strumenti di trent’anni fa? Cosa sono il theremin, il moog e la musica generativa? Come funziona un filtro? Come viene digitalizzato un suono? Chi erano Robert Moog e Lev Termen? La musica elettronica esisteva negli anni ’20? Come viene stampato un disco in vinile? Cosa ci aspetta in futuro?

A queste e a molte altre domande risponde “Tech Stuff”, con immagini di repertorio, rarità, performance e interviste dedicate agli smanettoni e ai curiosi del suono. Ogni episodio, della durata di 4-5 minuti, mischia le immagini, le interviste e gli estratti di video musicali con tutorial, dal tono tra il divulgativo e l’umoristico, sul funzionamento delle attrezzature elettroniche.

Tutti gli episodi della serie Tech Stuff sono naturalmente visibili sul sito QOOB.tv per altro in buona qualità, ma il DVD è decisamente l’oggetto ideale dove raccogliere questi straordinari contenuti. Innanzi tutto è un oggetto molto ben confezionato che porta a corredo un completo book sulla Storia della Musica Elettronica realizzato in doppia lingua ITA/ENG, un testo da leggere a compendio degli splendidi contenuti video che finalmente è possibile vedere con comodità sul televisore ad una qualità decisamente superiore a quella proposta sul web. Quindi il prezzo: il “cofanetto” costa la modica di 14 euro, una cifra ridicola se paragonata al prezzo dei DVD oggi sul mercato e ancor più ridicola considerando lo spessore dei contenuti.

Un opera imperdibile per tutti gli appassionati di musica, un culto per gli amanti della musica elettronica e per tutti i musicisti moderni. Decisamente un prezioso regalo per le prossime feste. Attendiamo ora nuove produzioni dal grande Giorgio Sancristoforo. Olè!

— La serie “Tech Stuff” su QOOB.

2 thoughts on “Tech Stuff in DVD.

  1. non riesco a capire solo come mai non abbia de contestualizzato i video, ovvero, continui a dire "buonasera.."..ma non ha un palinsesto il tutto…:|!!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>