Un lungo sguardo sulla lunga coda.

LONG2
E’ stato finalmente pubblicato il report di Bear Stearns sugli effetti della Long Tails sulla catena del valore nella produzione e distribuzione di contenuti d’intrattenimento ed informazione. Le conclusioni a cui sono giunti sono più o meno le stesse di tante altre ricerche, simili anche alla nostro survey sul tema Joost di qualche mese fa. Vi riporto in calce il link alla ricerca completa, volevo però sottolineare due passaggi della ricerca. Il primo è l’inevitabile cambiamento previsto nel prossimo futuro della catena della distribuzione del video, che vede il prepotente ingresso di nuovi attori “venuti dalla Rete”.
Quindi la sintesi delle conclusioni alle quali la ricerca è giunta, che confermano quanto tutto il mondo della produzione e distribuzione di contenuti d’intrattenimento sia destinato ad essere sconvolto. Un ruolo fondamentale per accelerare il fenomeno, valorizzando a pieno l’enorme mole di nuovi contenuti prodotti dal bassa, l’avranno i cosiddetti filtri o aggregatori: in pratica tutti quei servizi che consentiranno ad uno spettatore di navigare con facilità fino alle estremità della lunga coda per trovare tutti quei contenuti di reale interesse. Senza questo passaggio, oggi ancora debole, molto valore continuerà ad essere disperso.

LONG

— Il PDF della ricerca di .
Technorati , , ,

One thought on “Un lungo sguardo sulla lunga coda.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>