Guida completa su come fare Internet Television.

make internet tv

Perché la Net TV diventi un fenomeno di massa è necessario insegnare alla gente come fare Internet Television. Si, perché è necessario distinguere in maniera netta quella che può considerarsi Net TV da quello che è invece il fenomeno, più diffuso, del video sharing, altrettanto importante ma sicuramente molto lontano dal poter essere considerato una nuova forma di televisione.

Per intenderci tutte le clip occasionali riprese con un semplice telefono cellulare e condivise online su servizi come YouTube, Libero Video o Daily Motion non rientrano propriamente nella categoria di Net TV.  Images Illustrations Holding Elbow Questo non significa che il mare di UGC non abbia volore, anzi. Spesso però il valore è solo potenziale, ovvero ci sono migliaia di persone con delle ottime idee, con un innato senso del video, che potrebbero trasformare delle produzioni occasionali in vere e proprie produzioni seriali Net TV. Molte di queste persone non hanno una preparazione tecnica legata al video, sia perché chi ce l’ha oggi ancora tenta la strada della televisione “classica”, o molto più spesso perché sono troppo giovani per aver terminato un qualsivoglia tipo di formazione. Come si fa allora a non perdere questo enorme potenziale? Ci sono varie formule, ma la più convincente è sicuramente quella del tutorial: ovvero spiegare in maniera semplice e rapida quali sono le tecniche fondamentali per elevare il livello qualitativo di ciò che si sta producendo. Abbiamo già trattato in passato gli splendidi tutorial realizzati da Current TV, o quelli della Reuters.

make net tv Ma il nuovo progetto/sito di “The Partecipatory Culture Foundation” merita una menzione d’onore: si chiama “Make Internet TV” ed è una eccellente e completissima guida che illustra tutte le tecniche necessarie a realizzare una produzione Net TV di prim’ordine. Sei sono i capitoli nei quali il sito è suddiviso: “Equipaggiamento“, “Ripresa“, “Montaggio“, “Licensing“, “Pubblicazione“, “Promozione“. Nei primi capitoli viene descritto tutto l’equipaggiamento base da avere, con degli utili consigli su come arrangiarsi in caso di bisogno, le principali tecniche di ripresa, come mettere le luci, come aggiustare l’audio e come regolare un’inquadratura. Ma è passando alla parte del montaggio che il sito rivela tutta la sua completezza: innanzi tutto viene chiesto con quale piattaforma si desidera montare (PC, Mac o Linux), vengono quindi proposti degli Screencast (presentazioni video) di tutti gli step principali del montaggio utilizzando i software più diffusi per la piattaforma scelta (ad ogni voce “tecnica” è associata la pagina di un wiki). Segue una selezionata rassegna di piattaforme video per la pubblicazione, una completa spiegazione delle due principali licenze sotto le quali è possibile distribuire il materiale (Copyright e CC) e quindi chiude un capitolo dedicato alla promozione (feed RSS e directory).

Completo, semplice e decisamente ben fatto. Speriamo arrivi presto anche in lingua Italiana. Stiamo passando alla seconda fase della Net TV (almeno negli USA), ora è necessario che il bacino dei produttori ProAm si allarghi. Servizi come “Make Internet TV” sono senza dubbio un ottimo contributo.

— Il sito “Make Internet TV“.

Technorati , , , , , , ,

4 thoughts on “Guida completa su come fare Internet Television.

  1. Buongiorno Maurice,le do atto che quella da me sticrta e8 sicuramente un’opinione personale come del resto credo risultasse evidente.Qualche esperienza di camper e fuoristrada la ho anche io (prima volta nel Sahara nel 1979 con Land Rover ed Air Camping)ed in camper ci sono praticamente nato.Sono pronto a cambiare impressioni sul Daily allestito da Bimobil. Anzi inizio a rispondermi da solo. Probabilmente e8 stato considerato che la rigidite0 del telaio Daily non necessite0 di un montaggio libero della scocca. Questo puf2 anche essere vero e voi sicuramente l’avete sperimentato ma io ho visto Daily 4 4 (2b0 serie) furgonati spezzarsi proprio alla giuntura cabina vano furgonato dopo i primi 500 km di pista e da qui viene forse il mio pregiudizio sui montaggi rigidi.La ringrazio per ogni delucidazione ed informazione che potre0 darci in merito.Paolo Zaccheo

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>