Apple, sarà tutto Multitouch!


(Anche questo post è una buona scusa per vedere un nuovo video di Jeff Hann. Per chi si è perso le puntate precedenti ho messo i link in coda)

I pezzi si cominciano ad incastrare e l’immagine che si sta componendo è di una bellezza sconcertante. Stiamo parlando di Apple e dei “rumors” che ormai si susseguono frenetici: la rivoluzione segreta di Apple è il multitouch su qualsiasi dispositivo!

L’ultima traccia è stata lasciata dentro le dichiarazioni sulla nuova versione di Logic, il software professionale di audio edintig acquisito da Apple qualche anno fa. Logic 8 (oggi siamo alle 7) non esisterà mai. Il nuovo prodotto avra un nuovo nome, leggete questo stralcio:

Basically the rumor is this: There will be no Logic 8. The successor to Logic 7 will have a new name. The unnamed application will be 10.5 only and will work with a new line of touch sensitive Apple displays. Also, it will be an OMG PROTOOLS KILLER!@!!/

I nuovi Apple Display multitouch! Ecco che una serie di stranezze trovano una spiegazione:

– qual’è la misteriosa nuova funzionalità di Leopard (il prossimo sistema operativo Apple, in uscita) sulla quale Jobs ha mantenuto il massimo riserbo?
– perché a differenza di tutti gli anni precedenti non è stata rilasciata la nuova versione della suite iLife (iPhoto, iMovie, iDVD, Garage Band) ad inizio anno?
– perché la Apple non aggiorna la sua linea di display da anni?

Se a tutto ciò affiancate la presentazione dell’iPhone che gira su MacOX ed è totalmente multitouch il quadro è completo.

— Is Apple overhauling Logic to be a ProTools killer? da Ars Technica.
» Multi Touch Interface.
» User Interface 3.0.

Technorati , , ,

5 thoughts on “Apple, sarà tutto Multitouch!

  1. Io sono un grandissimo sostenitore di questa evoluzione. Tuttavia devo ammettere che la rivoluzione del touch (o multi-touch) è così importante che mi scatena immediatamente una serie di domande.

    1) Mettere le mani direttamente sul monitor – Video – sarà comodo e possibile per chiunque e per tutte le applicazioni?

    2) Accessibilità: quale impatto avrà questa tecnologia sui disabili e sul Digital Divide?

    3) L'uso di tavolette grafiche utilizzate per il Multi-Touch è mai stato preso in serie considerazione (per rispondere in parte alle domande precedenti)?

    4) La postura e la logistica attuale dei PC (disposizione fisica sulla scrivania) dovrà quindi mutare, e come esattamente?

    5) Il Cross-Media subirà quindi ripercussioni? Oggi usiamo console, DVD-Digitali e PC sostanzialmente allo stesso modo. Cosa accadrà domani quando si produrrà un netto divario di interazione tra PC (multitouch) e altri elettrodomestici (come la TV e i Decoder…)?

    Quando e come sarà possibile rispondere concretamente a questi interrogativi?

    Il passaggio al Multi-Touch è davvero paragonabile alla rivoluzione che ebbe il Mouse? O ci stiamo scordando qualcosa…?

  2. L'unico problema sollevato da Giovambattista che secondo me ha una effettiva criticità, è il discorso dell'accessibilità. Ma credo che le tecnologie di riconoscimento vocale potrebbero aiutare a saltare agilmente anche questo ostacolo.

    Perplessità superabili a parte…non vedo l'ora di vivere nel futuro!

  3. Giovanni, io mi immagino una situazione di questo tipo:

    un monitor con un supporto basculante, che consenta alla schermo di "scivolare" sopra la tastiera, cosi da poter essere usato come piano di lavoro quando serve.

    Quindi per l80% delle applicazioni rimarremo con Mouse + Tastiera. Quando serve, ad es. Video/Audio Editing, prenderemo il monitor, lo porteremo in orizzontale e cominceremo ad usare le mani.

    Le mani, le dita, sono un'interfaccia ancor più intuitiva rispetto alla penna che le tavolette grafiche richiedono.

    In questo modo, se ci pensi, non c'è bisogno di cambiare nulla: il multi touch diventa un'interfaccia aggiuntiva, attivabile nel mondo dei bit come exposè è attivabile su MacOSX: con un semplice gesto. Quando puoi/vuoi la usi, altrimenti rimani cosi come sei.

    non so in che direzione andrà Apple, ma io l'avrei pensata in questo modo.

    tu che dici?

  4. Certamente… non vedo l'ora, infatti, di vedere come Apple (e gli altri…) affronterà questa straordinaria rivoluzione e di come il pubblico reagirà all'uso di queste nuove interfaccie.

    Per le tavolette, ovviamente, pensavo a qualcosa di diverso. Quello che intendevo era una tavoletta di nuova concezione usabile con le mani/dita per non interagire – in caso – direttamente con lo schermo.

    La soluzione del monitor basculante che proponi è ottima, ma costringe alla visione/interazione di un solo operatore. In pratica si opera sul monitor e la visione è più limitata a chi ti sta accanto.

    Vedevo quindi nell'uso di una tavoletta speciale la possibilità di interagire come su un monitor multi-touch, ma lasciando il monitor nella posizione canonica odierna.

    In pratica, quello che pensavo, era di sostituire tastiera e mouse con un unico pad, un piano, una tavola delle dimensioni di una tastiera dove svolgere contemporaneamente i compiti di tastiera+mouse+multitouch, senza effettivamente interagire con il monitor, salvo che in remoto – diciamo – come accade oggi con il puntatore del mouse o la tastiera… non so se mi sono spiegato bene.

    Tuttavia la vedevo come possibile alternativa al multi-touch screen diretto, non come sostituto.

    Questa, ad esempio, avrebbe dei vantaggi per gli ipovedenti, che potrebbero acquistare speciali PAD in Breil…

  5. Se c'hai azzeccato (e secondo me c'hai preso), l'informatica cambierà come non è più successo da quando fu inventato il mouse. Ecco perchè SJ aveva messa tutta quell'enfasi nel keynote di gennaio con le slides sul mouse, stylus, etc…

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>