MTV Mobile.

MTV come annunciato ha lanciato ad Innovaction ad Udine la sua soluzione per il mondo mobile italiano. Si chiama Mtv Flite ed e’ un software basato FlashLite (la versione mobile di Adobe Flash) che permette di navigare con un interfaccia stile “iPod” una serie di contenuti e servizi di MTV online. Da quello che si è riusciti a vedere (ho provato a scaricarlo da wap.mtv.it ma con il mio N70 dava errore di formato[!!]) è veramente molto completa e sicuramente ben fatta.

Ma la cosa più interessante, almeno dal mio punto di vista, è che questo post l’hanno costruito Frangino che ha segnalato la provenienza dalla nuova applicazione MTV (è disponibile qui una demo dell’applicazione 01design che vi fa capire bene quali sono i servizi disponibili), e Cristian che è andato di persona ad Innovaction ed ha scattato delle foto e girato vari video:

Grazie. Questo è un ottimo esempio di contenuto generato dagli utenti.

Technorati , , , , ,

One thought on “MTV Mobile.

  1. Non ho assistito a nessuna presentazione di questo nuovo prodotto (Flite), forse me la sono persa.

    Comunque di seguito riporto i punti (secondo me) più interessanti dell'intervento di Antonio Campo Dall'Orto di questa mattina che ha chiuso il dibattito intitolato "Oggi il mondo di domani: creatività e innovazione per essere competitivi" presentando con un video la nuova offerta di MTV:

    "… c'era la volonta di conformare i contenuti sia alle forme di vita delle persone, sia agli strumenti usati … Neutralità tecnologica: essere disponibili a dispetto del tipo di tecnologie usate … Si è arrivati a modificare il ruolo di editore televisivo ripescando quello che era il ruolo originale di MTV, ovvero editore musicale: oggi si può mostrare un maggior numero di video nello stesso momento, usando lo steso canale ed inoltre ognuno può segliere cosa vuole => QOOB è la risposta! … La creatività deve diventare sostenibile per poter innovare e dunque ci devono essere delle figure professionali che se ne occupano …"

    Il dibattito, ottimamente condotto da Andrea Pezzi, ha visto come protagonisti Jonas Ridderstraale (comunicazione allucinante), Derrick De Kerckhove (pensieri illuminanti) e Oliviero Toscani (parole provocanti): soprattutto i primi due mi hanno aperto gli occhi sul futuro.

    PS: venerdì sera ho avuto l'onore di assistere ad un altro incontro intitolato "Proggettando gli scenari futuri" con sempre Derrick De Kerckhove e un certo Nicholas Negroponte (ha illustrato il progetto "one laptop per child" e mostrato il portatile da 100$): sarà perchè non sono abituato a "frequentare" persone di quel calibro ma ero davvero emozionatissimo. Vabbè, questa è una segnalazione più che altro "di confidenza", diciamo così! 😀

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>