PornoTube.

pornotube

Ci siamo. Una corte brasiliana ha ordinato a YouTube di chiudere (con quale giurisdizione?) fintanto non rimuoverà un video sexy che ritrae la modella brasiliana Daniela Cicarelli, ex moglie di Ronaldo, intenta a manifestare le sue doti migliori dentro una piscina. Ovviamente video cult in Brasile.

Ma tutti i mali per i video portal stanno per cessare: YouTube, DailyMotion & Co. possono stare tranquillli. E’ nato PornoTube, il portale per lo sharing di sex video. E’ dichiaratamente lo YouTube del porno, del quale non riporto ne foto ne altro, e per il quale mi limito ad un solo commento: ci vogliamo stupire? Presto o tardi, doveva arrivare. Chissà piuttosto quanto durerà (anzi, non si capisce proprio come possa essere consentita la sua esistenza).

Technorati , , , ,

7 thoughts on “PornoTube.

  1. La filosofia del PornoTube è un po' diversa dal fratello più grande.

    Non ci sono molti "pezzi" originali… ma un sacco di "promo" per sitarelli porno a pagamento.

    Dailymotion è più UGC.

    Cmq è fisiologico, prima o poi qualcuno doveva lanciarsi in questa direzione.

    Cmq l'usabilità di PornoTube è superiore a YouTube, come accade spesso nei portali con contenuti pornografici.

    Curioso.

  2. Corretto quanto scrive Axell.

    Ma perchè dici che non dovrebbe esistere? Voglio dire… se esiste l'industria del porno e esistono siti porno… why not anche siti porno con contenuti (quantitativamente scarsi) amatoriali?

  3. Sono d'accordo anche io che YouTube non sia il massimo della user experience. Non è ai livelli di "confusione mentale" di MySpace ma non brilla di certo per chiarezza.

    Per quanto riguarda PornoTube, e rispondo ad Alessandro, non ho detto che non deve esistere. Anzi, credo veramente sia la "salvezza" per gli altri servizi. Concentrare i contenuti porno, anche ucg, in contesti ben identificabili è sicuramente la chiave di lettura. Quello che mi chiedevo è come possa essere consentita la sua esistenza, ovvero: su YouTube l'opinione pubblica, guidata da una stampa faziosa ed incompetente, ormai si scandalizza anche se vede una tetta. Poi, a distanza di 1click hai un portale di libero accesso dove trionfa la qualsiasi. Secondo me lo uccideranno a breve, riportando il porno "per le strade" 😉

  4. beh allora qua nn si parla di yuvutu.it o .com non mi ricordo comunque scrivete su google YUVUTU e scoprite il fratello minore…

  5. Pingback: .commEurope » Blog Archive » Quando il Brasile fa Cilecca(relli)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>