Google Apps

google apps

Ecco accontentato chi chiedeva a Google una strategia. In molti, moltissimi, si chiedevano il perché Google si fosse imbarcata da tempo nella creazione di una serie di web application piuttosto complesse, difficili da realizzare, onerose da manutenere e soprattutto completamente gratuite per chiunque voglia utilizzarle.

La risposta di Google è stata molto pragmatica e concreta: appena lanciato un nuovo servizio chiamato Google Apps, ora in Beta. Ogni azienda potrà avere la mail con il proprio dominio gestita da Google. Ma non solo: il pacco di servizi che Google mette a disposizione comprende tutta la suite “Office” e quindi per il momento chat, calendar, web pages, a stretto giro anche Spreadsheet e Writely (e aspettiamo anche un web app alla Power Point). In sostanza tutte le aziende o i professionisti che usano prevalentemente Microsoft Office per gestire: posta, contatti, calendari, fogli di calcolo, documenti e presentazioni, da domani potranno farlo non pagando più Microsoft ma affittando il servizio online da Google. Con l’enorme vantaggio di avere tutto on-line e quindi tutto già “condiviso” con colleghi, clienti o amici. Dubbi sull’usabilità ce ne son pochi perché le web app di Google sono fatte veramente bene e incorporano già ora tutte le funzionalità più usate nel pacchetto Office. Non c’è tutto, per fortuna. Qui vale la regola del poco ma molto buono buono.

google app control panel

Ogni azienda avrà un suo amministratore dei servizi che potrà gestire centralmente il funzionamento del tutto: creare account, verificarne l’utilizzo, aggiungere o eliminare funzionalità. Straordinariamente questi servizi saranno offerti a pagamento. Non è dato ancora sapere esattamente a quanto, ma ci si aspetta una fee allineata con quella degli attuali servizi 2.0: circa 30 dollari ad utente per anno. Considerando però che Google ha altri incoming, ed sfrutta l’utilizzo dei suoi servizi anche per alimentare il business del suo motore di ricerca non è da escludere che un azienda con 15 dipendenti non debba spendere più di 200 euro l’anno. Un affare per tutti, e Google comincia la marcia trionfale verso quello che sarà il consolidamento del suo business.

Technorati , , , ,

One thought on “Google Apps

  1. Mi hai appena fatto risparmiare 20 licenze office e uncontratto mail corporate.

    GRAZZZZIE!!!

    P.S.: le consulenze si pagano, il famoso caffè?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>